Name: Jacopo Pedrotti
Type: MSc dissertation
Publication date: 14/05/2021
Advisor:

Namesort descending Role
Michele Freire Schiffler Advisor *

Examining board:

Namesort descending Role
Carla Valéria de Souza Faria External Examiner *
Jorge Luiz do Nascimento External Alternate *
Maria Mirtis Caser Internal Examiner *
Michele Freire Schiffler Advisor *
Sérgio da Fonseca Amaral Internal Alternate *
Vanessa Castagna Co advisor *

Summary: La presente tesi ha come obiettivo quello di presentare la traduzione di Diário de Bitita,
di Carolina Maria de Jesus, opera che riflette le disuguaglianze che minano il Brasile
e che hanno marcato la vita della scrittrice. La traduzione è preceduta da un ampio
apparato teorico-critico, il quale ci permette di contestualizzare l’opera in traduzione,
analizzando la società brasiliana nelle questioni di razza e classe, con il razzismo
strutturale che la pervade, e di genere, con l’intersezionalità che apre nuovi cammini
del femminismo. La traduzione ha come base le teorie di traduzione postcoloniali e
femministe, che insieme ad una forma di attivismo linguistico, ci permettono di agire
sul testo in modo tale da introdurre nel contesto italiano nuove sensibilità in relazione
alle parole che si utilizzano per riferirsi alle popolazioni afrodiscendenti.

Access to document

Transparência Pública
Acesso à informação

© 2013 Universidade Federal do Espírito Santo. Todos os direitos reservados.
Av. Fernando Ferrari, 514 - Goiabeiras, Vitória - ES | CEP 29075-910